Cerca
Close this search box.

«L’armonia nasce dalla capacità di saper dire “grazie”»

La capacità di saper dire “grazie”, spiega il teologo Matthew Fox, che il 7 giugno ha tenuto una lectio magistralis a Villa Caldogno (VI), si lega alla nostra necessità di connettere corpo e anima, spirito e mente. Trovando luoghi che siano parte di questa armonia. Nasce da qui «l'importanza dei riti che è, al tempo stesso, importanza dei luoghi».
Condividi questo articolo:

La parola cristiana “eucaristia” dà il nome alla lode collettiva e deriva dalla parola greca “grazie”. La capacità di saper dire «grazie», spiega il teologo Matthew Fox, che il 7 giugno ha tenuto una lectio magistralis a Villa Caldogno (VI), si lega alla nostra necessità di connettere corpo e anima, spirito e mente.

Trovando luoghi che siano parte di questa armonia. Nasce da qui «l’importanza dei riti che è, al tempo stesso, importanza dei luoghi».

Accadeva nelle antiche cerimonie. «Dovremmo farlo accadere anche oggi. Cerimonia», osserva Fox, «significa connettersi a tutte le nostre relazioni, che sono tutte sacre.  Ora che la fisica postmoderna sta dichiarando che la profondità di ogni essere riguarda la relazione, il nostro desiderio di rituale o cerimonia si sta riscaldando.  Molti sforzi rituali sviluppati nell’era moderna si stanno esaurendo. Oggi le persone sono affamate di cerimonie». 

È sempre più importante, ribadisce Fox, «lavorare con i giovani per creare forme di culto che includano il corpo e la danza e forme d’arte post-moderne per rendere di nuovo vivo il rito o la liturgia». Ed è da questa liturgia –letteralmente: il lavoro comune, l’opera di un’intera comunità – «che si può rigenerare futuro, generando speranza, legame, relazione».

News correlate

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle novità di {Relazionésimo}*