Cerca
Close this search box.

Le relazioni, il vero ingrediente per una reale parità inclusiva

Grande riscontro per l'evento organizzato da ForAction e Relazionésimo a Bassano del Grappa, in occasione della festa internazionale della donna. Un evento che ha affrontato con lo sguardo dei ragazzi i temi dell'equità di genere, con una serie di interventi sulla prospettiva di una cultura aziendale ed istituzionale improntata al dialogo, al rispetto reciproco e alla valorizzazione delle diversità.
Condividi questo articolo:

In un’epoca in cui la questione dell’equilibrio di genere nei contesti lavorativi assume un’importanza cruciale, emerge l’esigenza di intraprendere azioni concrete e di coltivare un ambiente lavorativo inclusivo che riporti la persona al centro.

L’evento che si è tenuto oggi a Bassano del Grappa, in occasione della festa internazionale della donna, sul tema “La Relazione, il vero ingrediente per una reale parità inclusiva” ha affrontato i temi dell’equità di genere, con una serie di interventi di altro profilo sulla prospettiva una cultura aziendale ed istituzionale improntata al dialogo, al rispetto reciproco e alla valorizzazione delle diversità. Con un approccio innovativo che ha trasformato i ragazzi dell’Istituto Einaudi in protagonisti attivi dell’incontro.

Bassano del Grappa 8 marzo 2024

Organizzato da ForAction e Relazionésimo nell’ambito del progetto “A.G.I.R.E.: Azioni di Genere Innovative in Rete per l’Equality”, l’evento è stato caratterizzato da un’alternanza di interventi che hanno spaziato dall’analisi della situazione di parità di genere nel territorio, a testimonianze dirette e approcci educativi orientati alla cura delle relazioni come mezzo per favorire un ambiente lavorativo equo e inclusivo.

La mattinata si è aperta con i saluti delle autorità locali, a testimoniare l’importanza dell’evento nel contesto sociale e lavorativo della regione: l’assessore regionale Elena Donazzan, Elena Pavan, Sindaco di Bassano del Grappa, Marta Dalle Molle di Veneto Lavoro, Lisa Patrizia Bragagnolo di ForAction e Alessandro Agostinetti, Direzione Lavoro della Regione Del Veneto.

Bassano del Grappa 8 marzo 2024

Un momento di particolare rilievo è stato l’intervento degli studenti dell’ITET L. Einaudi che, raccontando le loro esperienze e le loro speranze, hanno portato la voce e lo sguardo delle giovani generazioni sul tema della parità, enfatizzando l’importanza di un dialogo aperto e inclusivo per la costruzione di una società più equa.

Un dialogo che, ha spiegato Ketty Panni, presidente di Relazionésimo, non può che partire dai giovani e dalle loro domande e tornare ai giovani. Come? “Con risposte concrete che rompano le barriere. Come accade in una canzone del 2016 di Francesca Michielin, molto apprezzata dai ragazzi, che riassume in maniera esemplare la necessità di abbattere gli ostacoli che impediscono l’ascolto”.

Un ascolto su cui Relazionésimo, proprio con i giovani, ha dato vita al progetto Ascoltami Parlami: sperimentazione, brainstorming, dialogo. Come è avvenuto nel percorso di preparazione all’evento di Bassano.

«Essere ascoltati, ma anche ascoltatori», «darci fiducia», «non giudicarci come generazione perduta», «darci spazio, lasciarci tempo»: sono questi i messaggi delle ragazze e dei ragazzi che hanno lavorato con i loro insegnanti sul tema delle parole che includono e delle parole che escludono.

Parole che, ha spiegato la professoressa Luciana Carraro del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Padova, spesso veicolano stereotipi inconsapevoli. Talvolta, infatti, escludiamo o giudichiamo in base al genere al di là della nostra volontà. Diventa allora importante iniziare a conoscere cosa pensiamo, come pensiamo e come il linguaggio influenza il nostro modo di agire e di rapportarci agli altri. 

Bassano del Grappa 8 marzo 2024

La relazione e questa necessità di ascoltare, mettendosi al contempo “in ascolto del linguaggio”, è il trait-d’union che ha legato tutti gli altri interventi: da quello della professoressa Francesca Cappelletti, dello IUAV, che ha illustrato come l’università si rapporti alle tematiche di genere a quello di Roberta Bassi della Banca del Veneto Centrale che ha insistito sull’importanza della certificazione di genere per rendere le organizzazioni protagoniste di una risposta che la società ci chiede con sempre più urgenza.

Molto apprezzati dai ragazzi anche gli interventi di Paola Peron di Eso Recycling Srl e di Edda Elena Boriani di Epoca Spa, che hanno raccontato esperienze di quotidiana parità in azienda e sul lavoro.

 

* L’evento è stato organizzato nell’ambito del DGR n. 1522 del 29/11/2022 / DDR nr. 652 del 22/06/2023 / Cod. progetto 6616-0001-1522-2022 “A.G.I.R.E.: Azioni di Genere Innovative in Rete per l’Equality”.

News correlate

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle novità di {Relazionésimo}*