Cerca
Close this search box.

Vicinanza Scuola Lavoro Comunità

Avviato un percorso di co-costruzione di una proposta di PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) per favorire l’incontro e la relazione dei ragazzi con il mondo del lavoro legato al microcosmo culturale, sociale ed economico del territorio
Condividi questo articolo:

{Relazionésimo}* focalizza nella ri-generazione dei processi educativi intergenerazionali e, in particolare, nel favorire il protagonismo dei giovani alla com-partecipazione alla vita della Comunità (dall’ascolto, alla co-progettazione, alle pari opportunità di espressione), uno degli asset strategici delle proprie missione e vocazione.

Rilevando l’esigenza di riqualificare i percorsi di PCTO, rendendoli maggiormente utili e stimolanti per studenti/esse, agevolanti per l’organizzazione scolastica e, infine, agganciati alla realtà socioeconomica e culturale del territorio, ha preso il via, in questi giorni, un “cantiere progettuale” realizzato assieme alla classe 4AE del Liceo Fogazzaro di Vicenza alla quale se ne aggiungerà prossimamente una del Liceo Quadri cittadino. Obiettivo da raggiungere? La co-costruzione di una proposta che elabori un’offerta di PCTO sperimentale guidata dall’approccio della “vicinanza” tra Scuola, Lavoro, Comunità e territorio che possa essere sperimentata a partire dal successivo anno scolastico.

Ipotesi in discussione

Quale possibile evoluzione e/o alternativa delle attuali attività di PCTO mono-esperienziali, si ipotizza un percorso che prevede la possibilità di partecipare a molteplici esperienze, in ambiti diversi, consentendo di conoscere in modo più approfondito le dinamiche lavorative legate a attività sociali economiche e culturali del territorio, le organizzazioni (imprese cooperative, enti, associazioni) che operano in questi settori e le opportunità che possono offrire ai giovani anche dopo questa prima esperienza (ad esempio, Servizio Civile Volontario, “Ci sto a far fatica”, altre forme di volontariato, …).

L’obiettivo sotteso è quello di disegnare, costruire e sperimentare un modello di “PCTO di Città-Comunità con e per la Comunità-Città”, che guarda anche a quel Terzo settore oggi fortemente inserito in una realtà economica fatta di imprese profit e non profit, enti, istituzioni. Un modello che possa essere replicabile, flessibile e facilitato nella gestione, con obiettivi di orientamento e, altresì, di educazione proattiva alla cittadinanza, alla solidarietà sociale e alla consapevolezza delle opportunità offerte dal proprio territorio.

I vantaggi che studenti/esse potranno vivere in un percorso così articolato sono:

  • conoscere “da vicino” organizzazioni, attività temi e problemi del territorio in cui vivono e abitano, dalla cultura al sociale, dall’ambiente all’economia, dalla vita pubblica al ruolo delle istituzioni o dei media;
  • avere una visione più ampia e articolata delle dinamiche sociali del territorio;
  • potersi confrontare e discutere con altri studenti/esse sulle esperienze vissute da ciascuno;
  • essere stimolati a scoprire i propri interessi e talenti personali potendoli poi approfondire in seguito continuando a frequentare uno o più luoghi tra quelli conosciuti nel corso di questa esperienza.

Più in generale, questa ipotesi di percorso assume un ruolo di avvicinamento tra cittadini e le organizzazioni economiche, sociali e civili coinvolte allargandone la loro conoscenza all’interno delle famiglie grazie ai “racconti” che i ragazzi faranno ai loro genitori.

Il cantiere è avviato e, presto, le ragazze e i ragazzi coinvolti ci racconteranno cosa stanno progettando.

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle novità di {Relazionésimo}*